Acidosi e conseguenze sull’organismo

Il sangue può essere considerato un organo vero e proprio. Entra in contatto con ogni organo e tessuto in ogni parte del corpo. E’ il principale sistema di trasporto. Trasporta nutrienti, metaboliti e ossigeno ai tessuti. Trasporta, inoltre, i prodotti di scarto al fegato, ai reni e alla pelle, perché vengano rimossi. Il sangue ha un ruolo importante anche nel sistema immunitario poiché trasporta i globuli bianchi e gli anticorpi attraverso l’organismo.

Il volume totale del sangue è di 5 litri. Si divide in due componenti: il plasma ed elementi corpuscolari. Il plasma costituisce il 53%del sangue, è composto al 92% da acqua, 7% da proteine, meno dell’1% da sali organici, gas disciolti, ormoni, anticorpi ed enzimi. Gli elementi corpuscolari costituiscono il restante 45% del volume del sangue. Si tratta di globuli rossi, globuli bianchi e piastrine, che vengono prodotti nel midollo osseo. Il pH del sangue ha un valore molto preciso che è 7,356, vale a dire un pH alcalino.

Per comprendere l’importanza del pH e del suo, prendiamo in considerazione la teoria del pleomorfismo. E’ opinione comune che i microbi si evolvano in forme patogene quando il corpo è acido. Se il pH del corpo resta alcalino, i microbi restano nella loro forma non patogena (microzimi). D’altronde, se il pH dell’organismo si altera, diventando acido, si possono presentare diversi altri disturbi, insieme a queste trasformazioni patologiche dei batteri che, a loro volta, non sono innocue.

Quando si manifesta uno stress ossidativo, uno stress fisiologico, uno squilibrio del pH, uno squilibrio chimico o di altro tipo, si possono avere delle conseguenze sulle cellule di tutto il corpo. Avere un ambiente biologico interno squilibrato causa stress in molti sistemi e finisce per causare malattie. Grazie alla microscopia nutrizionale, siamo in grado di vedere questi squilibri ben prima che il processo della malattia abbia inizio. E’ questo il motivo per cui è uno strumento straordinario per la prevenzione (sottolineo in oltre che non viene utilizzato per la diagnosi di malattie esistenti). Se si attuano dei cambiamenti nello stile di vita, se ne possono monitorare e continuare i benefici e i progressi con analisi successive.