Dormire male ti fa male

Featured

Quando si parla di strategie per mantenersi in salute, abbiamo a volte l’impressione che si tratti di qualcosa di elaborato e complesso, forse non alla portata di tutti e, di conseguenza, abbiamo la tendenza a scoraggiarci e desistere. Eppure ci sbagliamo.

Le azioni e le scelte più semplici della nostra vita quotidiana possono fare la differenza nel nostro stato di salute psicofisica e nel modo e tempo in cui siamo in grado di preservarla. Un esempio? Il sonno. Un sonno di qualità e della giusta durata è fondamentale per il nostro benessere. La motivazione va ben oltre quella sensazione di irrimediabile stanchezza che sicuramente la maggior parte di noi ha sperimentato dopo una notte insonne: dormire male o non abbastanza è una delle cause di acidosi. Come sapete, l’acidosi consiste in uno squilibrio del pH del nostro organismo che può avere svariate origini. È importante però tenere ben presente che il processo di acidosi stimola la presenza di infiammazioni, il processo di invecchiamento e il persistere di una vasta gamma di problemi di salute.

Creare le condizione per dormire abbastanza e bene è quindi fondamentale per prevenire e/o contenere il processo di acidosi. Inoltre, la carenza di sonno stimola la produzione di adrenalina e di cortisolo. Molti di voi lo conosceranno già: abbiamo parlato spesso di cortisolo in passato, l’ormone che il corpo produce in presenza di forte stress, analogo al cortisone (anche negli effetti collaterali). Ebbene, è un cane che si morde la coda: anche la presenza di stress e cortisolo sono strettamente legati al processo di acidosi.

Quindi cosa fare? Personalmente, come Health Coach che consiglia uno stile di vita alcalino, mi sento di inserire questo consiglio nella mia lista: curiamo la qualità e la quantità del sonno. Il modo migliore, a parer mio, è quello di cercare di dormire 6/8 ore per notte senza interruzioni e al buio cercando di raggiungere l’obiettivo di svegliarsi spontaneamente, senza una sveglia.

Se hai voglia di scoprire se sei soggetto ad eccesiva acidosi, il sistema più efficace è quello di effettuare l’esame del sangue vivo: una valutazione assolutamente innovativa che ci da informazioni, non esclusivamente quantitative, che altri tipi di esami non forniscono.

La felicità nella pancia

Featured

Avete mai sentito parlare di serotonina? Magari avrete sentito dire che provoca un sensazione di piacere, ad esempio, quando mangiamo della cioccolata. La serotonina è un neurotrasmettitore, prodotto prevalentemente nel sistema gastrointestinale, che svolge un ruolo centrale in diversi processi fisiologici. E’ comunemente noto come ormone del benessere poiché una delle sue azioni più interessanti è quella di regolatore dell’umore. Per questo spesso si cercano metodi per alzarne il livello.

La serotonina viene prodotta per circa il 70% nell’intestino tramite la flora batterica. Oltre ad assumere dall’esterno cibo che ne stimola la produzione, per un adeguato livello di serotonina e, di conseguenza, per il nostro benessere e buon umore potrebbe essere forse ancora più utile avere una particolare cura per l’apparato gastrointestinale. Dovremmo, quindi, prestare particolare attenzione all’equilibrio della nostra flora batterica che può essere alterato da vari fattori. In primo luogo, l’uso o abuso di antibiotici e il consumo di cibi che li contengono (come la carne di ovini bovini e suini), può essere considerato una delle principali cause di squilibrio della flora batterica. Da non sottovalutare anche la cattiva abitudine di assumere pochissimo o nessun cibo crudo impedendo di fatto l’immissione di nuovi batteri nel nostro organismo, spinti si direbbe da una paura del tutto moderna e incontrollata verso microbi e batteri.

Cosa può essere utile, invece? I probiotici, che notoriamente hanno un effetto positivo sul sistema gastrointestinale, possono aiutarci a riacquistare l’equilibrio della flora batterica con un effetto positivo sui livelli di serotonina e sul nostro umore.

Diamo il via alla solidarietà

Featured

Ben ritrovati,

come ogni anno proponiamo a pazienti e non pazienti la cosiddetta promozione natalizia. Per consentire ad un maggior numero di pazienti di usufruirne, quest’anno abbiamo deciso di dare il via a questa iniziativa con un certo anticipo rispetto al periodo natalizio. In realtà, si tratta di una iniziativa di solidarietà, una raccolta alimentare che lo Studio Chiropratico propone ormai da qualche anno, in maniera del tutto autonoma.

Raccogliamo prodotti alimentari a lunga conservazione di qualsiasi tipo. Offriamo in cambio un trattamento economico vantaggioso per gli aggiustamenti chiropratici. Tutto il cibo che riusciamo ad accumulare viene consegnato direttamente alla Parrocchia Maria Ss del Carmine di Francavilla Fontana dove viene utilizzata per il servizio mensa o viene distribuita ad un gruppo di circa cinquanta famiglie bisognose. Non c’è alcun tipo di intermediario, quali enti, associazioni o fondazioni. Il rapporto con il centro di raccolta è assolutamente diretto.

Questa iniziativa, come saprete, viene proposta per due volte all’anno, in occasione delle principali festività. Quest’anno, come accennavo, l’offerta natalizia parte in anticipo così da riuscire a raccogliere una maggiore quantità di cibo.

Ricordate, la vostra solidarietà verrà premiata con un trattamento chiropratico ad un costo speciale! Passate parola…