Scoliosi e lombalgia

Molto spesso la scoliosi può essere la causa di lombalgia e lombosciatalgia.

La scoliosi è una deformità della colonna vertebrale.

Si tratta, in realtà, di una deviazione laterale della colonna, associata alla rotazione delle vertebre.

Questa rotazione è accompagnata da una deformazione dei dischi intervertebrali e,  da accorciamenti muscolo legamentosi.

Si presenta prevalentemente in una fascia di età compresa tra i 12 e i 16 anni, con una maggiore incidenza per il sesso femminile.

Nel nostro studio eseguiamo lo screening di tutti i bambini, in tal modo riusciamo a controllare l’evoluzione della scoliosi e intervenire nel momento più opportuno.

Esistono 2 tipi di scoliosi: funzionale e non funzionale.

Le scoliosi funzionali si sviluppano nonostante un corretta crescita e formazione delle vertebre. Ciò significa che  la curva conosce  altre cause molto spesso impossibili da definire. Per questo motivo vengono definite scoliosi idiopatiche.

Le scoliosi strutturali si sviluppano in seguito a deformazione ossee, cioè quando una o più vertebre non crescono normalmente. Una vertebra per esempio, invece di crescere cilindricamente, può formarsi in modo cuneiforme e così provocare una scoliosi.

In caso di  scoliosi non funzionale (o strutturale) si assiste ad una deformazione permanente della colonna vertebrale.

Oggi voglio raccontarti la storia di una nostra paziente che per anni ha sofferto di una forte lombalgia provocata da scoliosi.

La signora, circa 45 anni di età, lamentava dolore sul lato sinistro della schiena ogni volta che si piegava, o che rimaneva a lungo seduta, o tutte le volte che, per una qualunque attività , andava in affaticamento.

Ha dovuto lentamente ridurre ogni attività fisica, compresa ginnastica dolce e passeggiate  a piedi.

Questa paziente si è presentata nel nostro studio per un problema di mal di schiena. Aveva già provveduto a fare una serie di radiografie da cui si rilevava la presenza di una scoliosi non funzionale, idiopatica.

Da un attenta osservazione si potevano osservare  processi di artrosi tra una vertebra e l’altra e, in alcuni punti, le vertebre non erano più in asse.

I suoi movimenti erano molto limitati e aveva assistito, nell’arco di poco tempo, alla scomparsa della naturale  lordosi della zona lombare. Il suo corpo aveva assunto una postura difensiva per proteggerla dal dolore!

Le ho spiegato che la presenza della scoliosi rendeva necessario mantenere le vertebre libere e scariche, attraverso degli aggiustamenti mirati. Intervenire era indispensabile per rallentare i processi di artrosi ed evitare che i nervi schiacciati creassero interferenze tra cervello e corpo, e corpo e cervello.

Sappiamo già che i nervi che attraversano i fori intervertebrali trasportano tutte le informazioni necessarie per orchestrare ogni processo che avviene nel nostro corpo.

Abbiamo eseguito un esame che si chiama  HVR,  un sistema tipo bio-feedback che valuta il sistema nervoso autonomo, non volontario,  tramite i dati forniti dal cuore.

Il sistema nervoso autonomo è quello che controlla i battiti del cuore, le funzioni digestive, le funzioni intestinali… tutto ciò che non viene controllato in una maniera volontaria.

E’ emerso che i nervi erano compromessi, schiacciati, quindi la comunicazione tra corpo e cervello non era perfetta.

Nei miei 20 anni di esperienza ho potuto maturare una grande competenza, in caso di scoliosi, che ci ha consentito di intervenire, dopo un attenta valutazione del caso, per ripristinare le condizioni necessarie affinché il corpo della signora ricominciasse a lavorare nella maniera migliore possibile.

Ho predisposto per lei un piano di lavoro per aggiustare e scaricare le sue vertebre, liberando in questo modo i nervi.

Se anche voi soffrite di scoliosi che vi causa vari dolori e affaticamenti, la Chiropratica può assolutamente aiutarvi. E’ importante inoltre ricordare che la fase di mantenimento è fondamentale per ottenere risultati stabili e duraturi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *