Di cellule e di acquari

In primo piano

Il sangue può essere considerato un fiume di vita: trasporta ossigeno, acqua e nutrenti a tutti gli organi e i tessuti. Di conseguenza è evidente che ogni squilibrio che si riscontra nel sangue influenzi gli organi e i tessuti provocando vari malfunzionamenti.

Se i globuli rossi non sono perfetti in forma, struttura, flessibilità e fluidità, la loro capacità di viaggiare nell’organismo e trasportare ossigeno e nutrienti vitali è seriamente compromessa.  Questo causa scarsa energia, stanchezza e un generale senso di malessere. Ovviamente  quanto descritto può verificarsi secondo varie entità. La qualità del sangue è fondamentale per la salute e dipende dalla corretta alimentazione e dallo stile di vita.

La dieta e lo stile di vita influenzano notevolmente la salute cellulare, positivamente o negativamente. Ogni singola cellula del corpo assorbe continuamente nutrienti e ossigeno dal sangue e rilascia dei residui acidi attraverso il processo del metabolismo.

Il sangue, un importante organo vitale, deve obbligatoriamente mantenere il pH leggermente alcalino  di 7.365. Se i nostri corpi, a causa della loro acidità, devono lavorare faticosamente per mantenere il pH del sangue al suo livello ottimale, ci sentiremo stanchi e affaticati. Il corpo attiverà ogni meccanismo possibile per mantenere questo livello, rubando ad esempio il calcio da altri siti e provocando quindi squilibri e malesseri.

Pensiamo ad un acquario. Ci accertiamo che l’acqua in cui i pesci nuotano sia pulita e ben ossigenata e che presenti il giusto pH. Se facessimo lo stesso con il nostro organismo. potremmo essere in grado di evitare ogni tipo di malattia.

Come in un acquario, quando i pesci stanno male, la prima alternativa è quella di cambiare l’acqua. Le cellule sane vivono in un ambiente sano, non inquinato e privo di batteri e parassiti.

Bisogna valutare l’ambiente in cui le cellule fluttuano. Ad esempio, se l’ambiente è troppo acido, verrà compromessa la capacità dei globuli rossi di circolare liberamente per tutto il corpo trasportando ossigeno.

Questo fenomeno è chiamato Rouleau e mostra i globuli rossi agglomerati in catene . Poiché alcuni capillari hanno un diametro di un solo millimetro, i globuli rossi agglomerati non riescono a far arrivare il carico di ossigeno necessario ai tessuti, causando stanchezza muscolare, carenza di energia, offuscamento e molti altri sintomi.

Imputati alla disintossicazione ed alla pulizia sono dei noti canali di scarico e degli organi filtranti: la linfa, il fegato, i reni, i polmoni, l’intestino e la pelle.

L’efficienza di questi canali può essere alterata nel tempo, come dimostrano i cambiamenti evidenti con la crescita: il flusso sanguigno di un bambino è perfettamente puro e non ossidato (dipende naturalmente dall’alimentazione della madre durante la gravidanza e l’allattamento) mentre quello di un teen-ager (con l’acne, ad esempio) o ancora di più quello di un individuo di mezza età sviluppa segni di tossicità e invecchiamento.

Quindi, per un’ottima salute, pensiamo “in piccolo”: prendiamoci cura delle nostre cellule e dell’ambiente in cui vivono.

Il corretto equilibrio acido/base è assolutamente cruciale perchè il corpo mantenga una buona salute

In primo piano

L’eccesiva acidosi porta allo sviluppo di microrganismi nel corpo, i cui veleni creano malattia.

Microrganismi, germi, batteri, funghi (candida) e muffe proliferano in un ambiente acido e insalubre.

Mantenere l’equilibrio del pH ci permette di restare in buona salute evitando la dannosa crescita di microrganismi che causano varie malattie, tra cui il cancro.

Lo squilibrio del pH stimola la crescita i microrganismi i cui prodotti di scarto acidificano ulteriormente l’ambiente, creando così un circolo vizioso.

La misurazione più importante per il corpo è proprio quella del pH del sangue e dei tessuti, quanto sono, cioè, acidi o alcalini. Il pH misura il grado di acidità/alcalinità del corpo con una scala da 0 a 14 ed è un indicatore importantissimo per la salute.

L’ossigeno è fondamentale per il corpo umano e la sua carenza è stata collegata a numerose malattie. L’emoglobina, nel sangue, ha il compito di trasportare l’ossigeno.

Quando il sangue diventa più alcalino, l’emoglobina è in grado di trasportare più ossigeno. Di conseguenza il sangue, anche solo leggermente più alcalino, è in grado di trasportare una maggiore quantità di ossigeno alle cellule dell’organismo.

MANTENERE IL PH DEL SANGUE

Il corpo umano cerca di mantenersi sempre in uno stato di equilibrio (omeostasi). L’organismo è provvisto di meccanismi intrinseci per mantenere l’equilibrio acido/alcalino del sangue. Molti degli alimenti che consumiamo rendono il nostro corpo altamente acido poiché producono acidi, come l’acido fosforico, l’acido solforico o l’acido lattico, che dopo essere stati processati in vari modi vengono spinti nel flusso sanguigno.

Il sangue è in grado di neutralizzare questi acidi con delle sostanze che reagiscono con gli acidi per produrre sostanze molto meno acide (i sali). Il corpo quindi può eliminare questi sali in modo sicuro attraverso le urine, i reni e la pelle. Anche i polmoni sono in grado di espellere acidi deboli che sono stati ossidati dall’organismo. A volte il sangue non è in grado di mantenersi entro lo stretto range di 7, 35-7, 45 proprio per la mancanza di questi mediatori.

In questi casi il corpo prenderà misure più drastiche per regolare il pH! A questo scopo, materiali di costruzione vengono rimossi dalle ossa e dai tessuti. Il calcio e il magnesio sono un esempio di materiali che vengono “derubati” dalle ossa per riequilibrare il livello del pH nel sangue. Anche se il processo ha un effetto positivo sul breve termine poiché neutralizza gli acidi nel sangue, questa sottrazione dalle ossa, e da altre parti del corpo, causa spesso diversi problemi sul lungo termine. Stiamo parlando dell’osteopatia e dell’osteoporosi che a loro volta possono causare fratture.

Se sei interessato a verificare il tuo stato di acidosi o alcalinità, fissa un appuntamento per effettuare l’analisi del sangue in vivo: è il metodo migliore per scoprire a che punto sei.